Tahajjud, the night prayer

Tahajjud, the night prayer (eng/ita) with Sheikh Hassan Dyck

.

Tahajjud e Witr 

(Suhbat di Maulana Sheikh Nazim)

.

.

“Qual è il miglior momento del giorno per fare queste pratiche?”

Dopo mezzanotte; tahajjud (preghiera della notte). Prima fare due rakat,

poi sedete e ascoltate lo dhikr del vostro cuore 1500 volte.

 

Per la preghiera di tahajjud, il minimo sono due rakat e il massimo otto.

Per il witr, preghiamo dopo isha’; è meglio. Può capitare di non svegliarsi

per il witr, quindi, per precauzione facciamolo subito dopo isha; è meglio.

È permesso compiere il tahajjud dopo il witr.

 

Quando ascolterete lo dhikr del vostro cuore, di cui vi ho parlato, la vostra

concentrazione aumenterà da questo punto fino a quello in cui questo dhikr,

il ricordo del vostro Signore, sarà con voi 24 ore al giorno! Sì, questo è l’inizio!

Vi do il mio permesso dato che il mio Grandsheikh me lo ha concesso per voi.

 

“Grazie.”

 

Il permesso vuol dire; prendere ‘elettricità’ dal centro che è stato aperto per

noi. Quando il mio Grandsheikh mi diede il permesso, egli aprì dal suo cuore

al mio un tale potere.

 

“Può darsi che sia una domanda troppo grande per un principiante, ma la

faccio comunque.”

 

Di cosa si tratta? Connettersi con lo Sheikh

 

“Quando vi incontrai la prima volta, a Londra, mi dissero che sareste stato

capace di apparirmi ovunque mi trovassi, e per sperimentare ciò, ho

provato varie cose, ma sino ad adesso senza successo. Potete dirmi come farlo?”

 

Potresti provare questo. Fallo con il tuo cuore. Quando necessiti di qualcosa,

il tuo cuore si ritroverà connesso con me. In ogni momento!

“Non ci sono parole speciali da recitare, o tecniche da compiere?”

Potresti chiamare.

 

“Oh mio Sheikh! Oh mio Grandsheikh! Raggiungimi, sono in difficoltà, ho

bisogno del tuo aiuto!” Il vostro Grandsheikh è Abdullah Daghistani (possa

Allah compiacersi di lui). È sufficiente chiamarlo.

.

.

.

THE CORRECT TIME FOR TAHAJJUD

..

The time of Tahajjud extends from the time of Isha until SUBHE SADIQ [true

dawn]. Ahadith related from Hadhrat Aa’isha [radhiyallahu anha] state that

Nabie [salallahu alaihi wasallam] sometimes performed Tahajjud in the early

portion of the night and on occasions when half the night had passed.

.
However, towards the latter part of his life he frequently performed it in

the last portion of the night. As the night progresses, Allah Ta’ala’s Mercy

and Blessings increase. Hence, the last sixth of the night is most

preferred. [Maktoobat Shaikh ul Islaam 77 p 202 – Fatawa Rahimiya vol 2 p 376]

.

.

DUA TO ASSIST ONE IN AWAKENING FOR TAHAJJUD .

.

A person remarked to Abdullah bin Abbas [radhiyallahu anhu], “I always

intend awakening in the last portion of the night to perform Salaat but

sleep overpowers me.” Ibne Abbas [radhiyallahu anhu] replied, “Before

sleeping recite from “QUL LAW KAANAL BAHRU MIDADAL…” to the end of Surah

Kahf. Allah Ta’ala will waken you at whatever time you intend rising.”

[Tha’labi-Ma’ariful Quraan vol 5]

.

.

NUMBER OF RAKAATS IN TAHAJJUD 

:

The number of rakaats performed by Nabie [salailahu alaihi wasallam] varied

according to the prevailing circumstances. Although on certain occasions

sufficient time was available, Nabie [salailahu alaihi wasallam] would

perform less rakaats reciting lengthy Qiraat.[Khasa’ile Nabawee p 156]
.

Deducing from the various narrations four to twelve rakaats in units of two

or four have been recommended. [Imdaadul Fatawa vol 1 -Baab finnawaafil /

Maraqiyul Falah], However if two rakaats are performed in the prescribed

time it will be regarded as Tahajjud.[Raddul Mukhtaar vol 1 p 715]

 

 

 


.

.

Sheikh Hassan Dyck

.

.

..

.

.

.

.

.

.

.

Sheikh Hassan, born in Germany, found his way to Islam while studying Indian music.

It was later in India that his spiritual search began, which lead him to Sufism and to his

Master Sheikh Nazim in 1975, who he now represents in Germany.

.

favicon-50pxsimbax video seeks to provide a platform to help students improve 

their lives. To accomplish this you will find here teachers providing

students with spiritual tools based on principles of the Sufi tradition

that students can then apply as they fit to make better decisions that not 

only benefit  themselves but at the same time help make the world better.